Malata di tumore rischia di perdere la pensione d’invalidità - vere.news vere.news

Malata di tumore rischia di perdere la pensione d’invalidità

È una donna di Pirri, affetta da tumore: il 14 novembre ha fatto richiesta per la pensione di invalidità e l’accompagnamento della 104.

Il 30 dello stesso mese l’Inps le manda una raccomandata che indica la data per la visita di accertamento – il 7 dicembre – alla quale deve sottoporsi. Quando la raccomandata arriva, siamo al 17 dicembre, ben dieci giorni dopo. La donna non si è così potuta presentare l’appuntamento alla Cittadella della salute con il medico legale della Asl.

Della vicenda ne parla l’Unione Sarda in un articolo uscito il 20 dicembre scorso.

Temendo di perdere il diritto a ricevere quanto le spetta, si è subito messa in contatto con l’Inps per comunicare l’errore: “Ho chiamato il call center, numerose volte, ma chiudono senza dare risposta.”

Ad oggi la donna – che preferisce rimanere nell’anonimato a causa delle sue condizioni di salute – non solo è costretta a convivere con la sua malattia, ma anche con la paura di esser abbandonata a sé stessa.

La possibilità di fissare un secondo appuntamento è concessa. Ma la lettera è chiara: “La sua assenza all’eventuale secondo invito alla visita sarà considerata a tutti gli effetti come una rinuncia alla domanda”.

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *